Shrewsbury, Inghilterra: biblioteca, statua di Darwin

Bevo tè e penso a Shrewsbury. Quanti di voi la conoscono? Io ne ho scoperto l’esistenza qualche anno fa e me ne sono innamorata. Questa cittadina dello Shropshire, contea inglese al confine con il Galles, oltre a essere la quintessenza dell’inglesitudine, è legata a due famosi Charles: il naturalista Darwin e lo scrittore Dickens.

Shrewsbury, Inghilterra: Pride Hill, vista della strada

L’ultima volta che ci sono stata, ho seguito le tracce di Charles Darwin in giro per la città in un viaggio a ritroso nel tempo, scoperto cose che riguardano l’autore di Oliver Twist e David Copperfield e fotografato una tomba molto particolare. Curiosi di saperne di più?

Dove il tempo si è fermato

Non è cambiata molto dai tempi di Darwin, al quale risulterebbe ancora familiare. Shrewsbury si è difesa dalle ingiustizie del tempo e dell’uomo grazie alla peculiare posizione geografica e, forse, anche ai suoi lungimiranti cittadini.

Shrewsbury, Inghilterra: vicolo

Circondata e protetta su tre lati dal fiume Severn, è a tutti gli effetti un’isola. Oggi ha più di 100.000 abitanti ed è il capoluogo dello Shropshire. La sua fondazione risale all’VIII secolo d.C.

Shrewsbury, Inghilterra: panorama, fiume Severn, vista dal ponte

Camminare per le strade di Shrewsbury a me dà un piacere enorme. Se anche voi sognate alla vista di case in stile Tudor e mattoni rossi, vicoli in cui il tempo sembra essersi fermato, qui c’è del morbido pane per i vostri occhi affamati. L’atmosfera è dickensiana.

Shrewsbury, Inghilterra: vicolo

Comoda porta d’accesso al Galles, soprattutto per chi è diretto a nord del Paese, Shrewsbury è raggiungibile in treno dall’aeroporto di Birmingham International in un’ora e venti minuti circa. Altri aeroporti non troppo distanti (meno di due ore di viaggio) sono quelli di Manchester e Liverpool.

Il Darwin Town Trail

Per fare il Darwin Town Trail abbiamo scaricato la mappa dal sito web DiscoverDarwin e seguito l’itinerario suggerito. Ogni luogo legato al famoso naturalista è segnalato da un medaglione inserito nella pavimentazione stradale. Fate caso ai loro disegni mai uguali.

Shrewsbury, Inghilterra: sulle tracce di Charles Darwin

Darwin visse nella natia Shrewsbury  dal 1809, anno della nascita, al 1831, quando si imbarcò sul brigantino HMS Beagle diretto in sud America. Tornato in Inghilterra nel 1836, due anni dopo sposò la cugina Emma Wedgwood, con la quale si trasferì prima a Londra e poi nel Kent, dove morì nel 1882. È sepolto a Londra, nell’Abbazia di Westminster, vicino alla tomba di Newton.

Shrewsbury, Inghilterra: Wyle Cop, davanti al The Lion Hotel

Mentre percorrevamo il Darwin Town Trail, io immaginavo Darwin, bambino e poi ragazzo, camminare per le strade di Shrewsbury, lungo il fiume Severn, andare a scuola, in chiesa, al parco, discorrere appassionatamente con qualcuno dei suoi interessi e delle sue prime scoperte, senza sapere che un giorno avrebbe scritto L’origine della specie (On the origin of species by means of natural selectione sarebbe passato alla Storia.

Darwin’s Gate

La prima tappa dell’itinerario è il Darwin’s Gate, a Mardol Head, nel cuore della città, un monumento ispirato all’architettura della chiesa di St. Mary che Charles era solito frequentare ai tempi della scuola. Pare che di notte, grazie a dei giochi di luce, le colonne del monumento richiamino alla mente le vetrate colorate poste all’interno della chiesa.

Shrewsbury, Inghilterra: Darwin's Gate

La chiesa medievale di St. Mary si trova a St. Mary’s Place, a cinque minuti a piedi dal Darwin’s Gate. La sua guglia è una delle più alte d’Inghilterra. Sapete cosa accadde nel 1894? La guglia crollò e qualcuno interpretò l’evento come un segno della rabbia divina rivolta alla cittadinanza, colpevole di voler erigere una statua a Darwin davanti alla scuola locale (l’attuale biblioteca).

Shrewsbury, Inghilterra: chiesa di St. Mary, esterno, particolare

Per andare verso la prossima tappa, si passa davanti a Rowley’s House, sede del Shrewsbury Museum e Art Gallery. All’interno, oltre alle collezioni riguardanti la storia dello Shropshire, c’è una sezione dedicata a Darwin. Il museo è aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 5; la domenica dalle 11 alle 16. Il biglietto costa 4.50 £.

The Bellstone

The Bellstone è collocato nel cortile interno di Morris Hall Yard: è un masso di granito. Un certo Mr Cotton, che di rocce pareva saperne un bel po’, un giorno disse al giovane Charles che massi del genere si potevano trovare solo poco più in là della Cumbria e della Scozia e che il mondo sarebbe finito prima di scoprire come fosse arrivato a Shrewsbury.

Shrewsbury, Inghilterra: Bellstone

Basta poco per accendere l’immaginazione di un adolescente curioso. Quella storia piantò un seme nella mente vivace del giovane Darwin; un seme che mise radici; il suo primo approccio alla geologia.

Claremont Hill

Prima dell’iscrizione alla scuola di Shrewsbury, Darwin e sua sorella seguirono le lezioni del reverendo Augustus Chase, ministro della chiesa unitariana. La casa dove i bambini andavano a lezione si trova al numero 13 di Claremont Hill. 

Shrewsbury, Inghilterra: Claremont House, 13

Costruita nel 1689, oggi appartiene a un privato e non è visitabile. Io, mentre scattavo foto, tediando senza pietà il mio paziente compagno di vita e di viaggio, ho anche fatto amicizia con un gatto.

La chiesa di St. Chad

Darwin fu battezzato nella chiesa di St. Chad, progettata dall’architetto George Steuart e inaugurata nel 1792. Accanto all’edificio c’è un cimitero con una tomba molto particolare. Per sapere chi ci è sepolto, continuate a leggere.

Shrewsbury, Inghilterra: chiesa di St. Chad, esterno, vista dal parco

Dingle

Il Dingle è un bel giardino circondato da alberi, ospitato all’interno del Quarry Park, l’area verde antistante la chiesa di St. Chad.

Shrewsbury, Inghilterra: Dingle, parco

Quando Darwin da bambino andava al Dingle con il reverendo Chase, a volte si metteva a pescare tritoni.

Shrewsbury, Inghilterra: Dingle, parco, fauna

The Lion Hotel

C’è gente che va a Shrewsbury con l’intento di dormire in questo hotel del XVI secolo; e non in una camera qualsiasi (che poi è un po’ quello che vorrei fare anch’io per togliermi lo sfizio), ma in quella dove Charles Dickens soggiornò nel 1838 con la moglie e nel 1858 con l’amico e illustratore Hablot K Browne1.

Shrewsbury, Inghilterra: The Lion Hotel, facciata

The Lion Hotel era il luogo di scalo delle diligenze in viaggio sulla vecchia A5 London-Holyhead Road. Da qui, il ventiduenne Darwin, partì alla volta di Londra per imbarcarsi sulla Beagle.

La sua fu una corsa contro il tempo. Il padre disapprovava i suoi interessi e temeva che il figlio non avrebbe mai combinato nulla nella vita. Così proibì a Charles di partire. Per convincere il padre, Charles si appellò allo zio.

Shrewsbury, Inghilterra: vicolo del The Lion Hotel

Dopo averne finalmente ottenuto l’approvazione, saltò sulla prima carrozza in partenza dal The Lion Hotel per raggiungere Londra il prima possibile, sperando che nel frattempo il capitano Robert Fitzroy, colui che lo aveva invitato a partecipare alla spedizione, non lo avesse sostituito con qualcun altro.

Fitzroy aveva scelto un’altra persona, ma accettò comunque Darwin a bordo, inziando un’avventura durata cinque anni e dalla quale è nato un libro che desidero leggere da mesi: Viaggio di un naturalista intorno al mondo, pubblicato nel 1839 (titolo originale: The Voyage of the Beagle).

La biblioteca

L’edificio, a due passi dal castello, ospitava in passato la scuola di Shrewsbury, presso la quale Darwin studiò dopo le lezioni propedeutiche con il reverendo Chase.

Shrewsbury, Inghilterra: biblioteca

Nella sua autobiografia Darwin affermò di non avere un bel ricordo di quegli anni (1818-1825). Nonostante vivesse non molto lontano dalla scuola, la frequentò da collegiale. All’interno del cortile c’è la statua a lui dedicata, realizzata nel 1897.

La chiesa unitariana

Darwin frequentò la chiesa unitariana fino alla morte della madre, avvenuta quando egli aveva solo 8 anni. All’interno della chiesa c’è una targa commemorativa di Darwin.

Shrewsbury, Inghilterra: chiesa unitariana, esterno

Mount House e Darwin’s Garden

Il padre dell’evoluzionismo nacque a Mount House il 12 febbraio 1809, una villa costruita dal padre nove anni prima. Nel grande giardino circostante, il piccolo Charles scoprì la curiosità e l’amore per il mondo naturale.

Shrewsbury, Inghilterra: Mount House, casa natale di Charles Darwin, esterno

La casa natale di Darwin si trova a circa 15 minuti a piedi dal centro cittadino, su una collina. Oggi è sede del District Valuer and Valuation Officer. Secondo visitshrewsbury è possibile visitare l’interno su appuntamento, oltre a vederne liberamente l’esterno durante le ore d’apertura degli uffici (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 16).

Shrewsbury, Inghilterra: The Mount

Noi siamo arrivati dopo le 16 e abbiamo trovato i cancelli aperti. Incerta se entrare o meno, nonostante l’ingresso ci invitasse a curiosare, mi sono limitata a fare qualche passo all’interno per dare un’occhiata con la solita discrezione.

Shrewsbury, Inghilterra: Mount House, casa natale di Charles Darwin, ingresso

Dai cancelli di Mount House abbiamo proseguito per qualche metro e imboccato la prima strada a destra, scendendo lungo un sentiero che costeggia da una parte il fiume Severn e dall’altra il Darwin’s Garden.

Shrewsbury, Inghilterra: accesso a sentiero lungo il fiume Severn

Il Darwin’s Garden è stato acquistato da Shropshire Wildlife Trust nel 2013, per rimetterlo in sesto e aprirlo al pubblico. Sembra, però, che l’obiettivo non sia ancora stato raggiunto.

La camminata lungo il sentiero è piacevole e rilassante. Se non mi fossi fermata di continuo a curiosare di qua e di là, avremmo impiegato la metà del tempo per tornare in città (normalmente, infatti, ci vogliono circa 15 minuti).

Shrewsbury, Inghilterra: case lungo il fiume Severn

Ciak, si gira! 

Ho già accennato al soggiorno di Dickens presso il The Lion Hotel. Dickens si ispirò alla città e ad altre località della Shropshire per i suoi romanzi. Nel caso foste interessati a un itinerario inglese sulle tracce dello scrittore, in questa mappa troverete i luoghi legati a Dickens e alle sue opere.

Shrewsbury, Inghilterra: strada

La città di Darwin è quella che vanta più legami con Dickens. Nel 1984, infatti, fu scelta come location per le riprese di A Christmas Carol (Il canto di Natale), il film tratto da una delle sue opere più famose. Sembra siano disponibili dei tour guidati a tema.

Alle riprese del film è legata la tomba del cimitero di St. Chad alla quale ho accennato in precedenza. La lapide riporta solo un nome e un cognome:  Ebenezer Scrooge. Ebbene sì, la finta tomba è quella dell’avaro Mr Scrooge. Bene, ora lo sapete. E non è finita qui. Continuate a leggere (tranquilli, siamo arrivati quasi alla fine).

Shrewsbury, Inghilterra: chiesa di St. Chad, cimitero, tomba di Mr Scrooge

Shrewsbury nei libri

La scuola di Shrewsbury frequentata da Darwin compare nel romanzo A tale of two cities (Racconto di due città). Due dei personaggi presenti nella storia, Sydney Carton e Mr. Stryver, vengono educati lì, prima di trasferirsi a Parigi per studiare legge.

L’istituzione, fondata nel ‘500, era situata originariamente al centro della città, nell’edificio che ospita la biblioteca. Nel 1882 venne spostata a sud del fiume Severn.

C’è dell’altro, ma stavolta il protagonista è un monaco vissuto tra XI e XII secolo: Fratello Cadfael, nato dalla penna di un’autrice contemporeanea, la scrittrice britannica Ellis Peters, il cui vero nome era Edith Mary Pargeter, nata a Horsehay (Shropshire) nel 1913 e morta nel 1995.

Fratello Cadfael è il protagonista di una fortunata serie di romanzi gialli ambientati nel Medioevo. Monaco dell’abbazia di Shrewsbury, presso la quale opera come erborista, tra un’erba e l’altra, risolve misteri. Non sono ancora riuscita a leggere nemmeno il primo dei 20 libri della serie, ma li ho inseriti nella mia to-read-list perché mi incuriosiscono non poco.

Dell’abbazia dedicata ai Santi Pietro e Paolo, fondata nel 1083 da Roger de Montgomery — un cugino di Guglielmo il Conquistatore —, la chiesa è tutto quel che resta ed è situata fuori dal centro cittadino, a est. All’interno, il prevalente stile romanico è combinato a elementi di età gotica.

L’abbazia, un tempo fra le più influenti d’Inghilterra, venne smantellata da Enrico VIII, che lasciò solo la chiesa attiva a beneficio degli abitanti di Shrewsbury.

Conclusioni

Se siete arrivati fino a qui, vi ringrazio di cuore. Parto sempre dall’idea di non dilungarmi troppo e finisco con lo scrivere post chilometrici. Ora, però, tocca a voi. Conoscete Shrewsbury? E i romanzi di Ellis Peters? Se sì, vi sono piaciuti? Avete letto Viaggio di un naturalista intorno al mondo? Fatemi sapere nei commenti!

P.S. Ulisse – Il piacere della scoperta anni fa dedicò una puntata alla storia di Darwin. Su YouTube trovate tutti i video. Vi lascio il primo qui sotto. Buona visione!

Photo Credit: Lettureinviaggio

1Su questa informazione ho dei dubbi. L’articolo della BBC parla di due soggiorni e cita come fonte il libro scritto da John Butterworth Four Centuries at The Lion Hotel; thecircumlocutionoffice menziona solo una visita, quella del 1831, ma senza moglie, e riporta la lettera che Charles le scrisse il 1 novembre 1838 dal The Lion Hotel. 

Caterina
Seguila su

Caterina

Dirigente di una multinazionale di sogni, attualmente impegnata nella loro realizzazione. Da grande vorrebbe diventare ambasciatrice di sorrisi e indossare solo abiti color turchese.

Su Instagram e Twitter è @katyonabc
Caterina
Seguila su